Piante da frutto che fruttificano in Autunno

Piante da frutto che fruttificano in Autunno Europlants

L’autunno è il periodo dell’anno in cui la natura ci regala una varietà di gustose delizie. In questo articolo, esploreremo tre piante straordinarie che fruttificano in questo periodo: il kaki, i marroni e il corbezzolo.

Kaki Europlants

Il Kaki: un regalo autunnale dall'Estremo Oriente

Il kaki è una pianta di origine cinese, molto longevo e generoso nella produzione di frutti. Si adatta bene alla coltivazione in giardino, sia come pianta da frutto che per le caratteristiche ornamentali. Predilige terreni fertili, freschi e areati, privi di ristagni idrici. Può essere anche coltivato in vaso, ma potrebbe avere uno sviluppo ridotto e minore produzione di frutti rispetto a quella delle piante libere. Esistono due tipologie di frutto: la prima riguarda tutte le varietà di Kako Mela e va consumato subito dopo la raccolta e un’altra (Ragno, Vanilia, Tipo, Cioccolatino) i cui frutti devono essere raccolti prima della completa maturazione e fatti maturare in luogo fresco ed asciutto.

I frutti hanno una forma tondo-ovale, un bellissimo colore giallo-arancione e, in base alla varietà, la polpa può essere soda, gelatinosa e morbida. La raccolta va eseguita prima della maturazione e al momento giusto: non troppo anticipata, poiché i frutti immaturi sono di peggiore qualità e possono andare incontro ad alterazioni, non troppo troppo tardiva per evitare il rischio di infezioni fungine.

I kaki grazie alla loro deliziosa polpa dolce e molla che si scioglie in bocca, possono essere consumati freschi oppure utilizzati nella preparazione di alimenti più complessi, come confetture e dolci.

Marroni Europlants

I Marroni: energia e gusto in un solo morso

L’autunno è il momento ideale per raccogliere marroni e castagne, due gemme della famiglia delle Fagaceae. Questi alimenti energetici sono noti per prevenire l’anemia e sono ricchi di acido folico.

Le piante di marroni prosperano nelle zone montane con climi temperati e terreni acidi, mentre le castagne preferiscono terreni più profondi e meno permeabili.
La buccia dei marroni è sottile ed è l’unica dotata di pellicina, facilmente rimovibile e poco penetrante nel seme, a differenza delle castagne in cui è più spessa, inserita all’interno del seme e più faticosa da rimuovere.

Al gusto si notano alcune differenze: le castagne sono un po’ meno saporite, anche se sono ottime se mangiate calde e arrostite mentre i marroni hanno una pasta più zuccherina e croccante, quindi ideali per trasformali in deliziose creazioni come il monte bianco con la panna o i marron glacé. In cucine invece sono ottimi per creare creme, confetture, risotti e altre specialità con le farine derivate.

Corbezzoli Europlants

I Corbezzoli: il tricolore della frutta

Il corbezzolo è un arbusto sempreverde di origine europea appartenente alla famiglia delle Ericaceae, cresce in natura ma può essere coltivata con facilità anche in giardino o in frutteto. Si tratta di una pianta bellissima capace di produrre frutti dal sapore particolare e ricercato, viene soprannominato “Albero Italia” poiché si colora di un tricolore che ricorda la bandiera del nostro Paese: il suo fogliame persistente dalle tonalità verde opaco fa da sfondo a fiori di color bianco e a bacche di un rosso acceso a maturazione avvenuta.

Coltivarlo in casa è molto facile, è una pianta che preferisce terreni tendenzialmente sub-acidi, con una buona dotazione di sostanza organica, ben drenati ma freschi, ama esposizioni soleggiate e deve essere protetto dai venti freddi invernali. Bisognerà eliminare i polloni che si formano alla base della pianta per evitare che possano sottrarre nutrienti ai rami principali e potate la pianta solo all’occorrenza stando molto attenti ad asportare solamente i rami privi di fiori, danneggiati o malati.

Il corbezzolo è ricco di proprietà terapeutiche perché è fonte di vitamine, tannini e pectine. Queste bacche possono essere mangiate fresche o in conserva sotto forma di confetture, liquori, sciroppi. È molto apprezzato anche il miele di corbezzolo, utilizzato per esaltare i sapori del formaggio pecorino.

L’autunno ci regala queste straordinarie piante da frutto, ognuna con la sua unicità e sapore. Scegli la tua preferita e goditi le dolci delizie autunnali che la natura ha da offrire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.